Il World Wide Web compie 30 anni: come nasce la rivoluzione di Internet

Oggi il mondo celebra i 30 anni del World Wide Web, il sistema di comunicazione che ha rappresentato una vera e propria rivoluzione. Il web nasce il 12 marzo del 1989 quando Tim Berners-Lee, co-inventore insieme a Robert Cailliau del World Wide Web, presentava al Cern di Ginevra un progetto globale sull’ipertesto per la ricerca e la gestione delle informazioni.

Sono passati 30 anni da quel giorno, tre decenni durante i quali il www è diventato il principale servizio di internet e ha rivoluzionato lo scambio di informazioni in tutto il pianeta. La prima pagina web fu pubblicata nel 1990 (potete visitarla all’indirizzo http://info.cern.ch/hypertext/WWW/TheProject.html). Si trattava di una descrizione del progetto e conteneva anche alcuni collegamenti ipertestuali utili a raggiungere altre pagine: stiamo parlando dei link, ancora oggi il sistema principale su cui si basa l’architettura delle pagine web.

Nel 1991 quando Berners-Lee annunciò pubblicamente la sua invenzione e nel dicembre dello stesso anno fu attivato il primo server negli USA, nello SLAC dell’università di Stanford. Nell’aprile ‘93 il CERN deliberò che “la tecnologia WWW sarebbe diventata utilizzabile da tutti, senza corrispondere tasse al CERN, affinchè il codice fosse accessibile al più alto numero di persone nel mondo. 

Per festeggiare questo importante compleanno Google ha dedicato al web un doodle speciale sulla sua homepage. L’animazione rappresenta un vecchio pc in stile anni ’90 collegato a  un cavo di rete che permette un caricamento dell’immagine sullo schermo (che ovviamente si carica molto lentamente come accadeva negli anni ’90).

Il CERN ha invece riunito un gruppo di sviluppatori e designer per ricostruire il web di una volta. Se siete curiosi di sperimentare una versione del worldwideweb anni '90 potete farlo qui: https://worldwideweb.cern.ch/browser/

“È il momento di celebrare quanto lontano siamo arrivati, ma anche un’opportunità per riflettere su quanto lontano dobbiamo ancora andare” scrive oggi Berners-Lee in una lettera celebrativa. Il padre del www, attualmente capo del World Wide Web Consortium (W3C), l’organizzazione non governativa con il compito di promuovere internet invita a ragionare sulla nostra relazione con internet e ad attivarci per migliorarla, intraprendendo un il viaggio “dall’adolescenza digitale verso un futuro più maturo, responsabile e inclusivo”.